0 0,00

Cart

No products in the cart.

Chartered Trips

Il Rock dopo il Rock è «una piccola isola di nuova musica libera circondata da qualche buon rimaneggiamento di stili del passato e un vasto Mar dei Sargassi di assoluta spazzatura», come profetizzato da Lester Bangs nel 1970. Ancora una volta, come ai tempi di Elvis e della Sun Records e poi del Punk, bisogna cercare tra le etichette discografiche indipendenti (le “indies”), mentre le grandi compagnie (le “majors”) si dedicano allo sfruttamento commerciale di alcune idee, musicali e non, nate a cavallo del 1980. Prima tra tutte MTV: il trionfo del Pop, come vendita di un prodotto tecnicamente perfetto.

Restando negli USA, la I.R.S. pubblica i dischi di Wall of Voodoo e R.E.M., mentre la Slash fa incidere X, Violent Femmes e (tramite una consociata) Dream Syndicate.

Gli Hüsker Dü nascono in Minnesota ed esordiscono nel 1982 con un disco dal vivo per la New Alliance. Sono 17 canzoni suonate in 26 minuti. Si chiama Hardcore Punk: un’estremizzazione, per aggressività e velocità, del genere originario; contro ogni possibile compromesso con il consumo superficiale di musica.

Poi nel 1984 (anticipato da un singolo con la cover di “Eight Miles High”) arriva per la SST “Zen Arcade”: il più importante doppio LP da “London Calling” in avanti. Sono 23 canzoni realizzate in 85 ore, quasi tutte registrate al primo tentativo.

«Un disco come “Zen Arcade” … contiene un sacco di quei riti di passaggio con cui si tenta di separarsi una volta per tutte dalla propria infanzia, come tutti noi quando abbiamo 22 o 23 anni vogliamo fare, senza capire che non possiamo mai pienamente separarcene» spiega Bob Mould, cantante, chitarrista e leader, insieme al cantante e batterista Grant Hart di questo trio che al basso ha Greg Norton. Il protagonista del “concept album” si allontana dalla famiglia per fare tante esperienze molto difformi tra loro (non a caso la musica è molto varia e si va oltre l’Hardcore), con una sorpresa finale. “Chartered Trips” racconta magistralmente gli attimi prima di una partenza: il desiderio, ma anche l’inquietudine di andarsene via.

Ascoltato per voi da
Leonardo M. Eva


“Chartered Trips”

Hüsker Dü
Zen Arcade
1984

Potresti essere interessato a

Vuoi essere aggiornato sulle promozioni attive, le ultime novità editoriali e gli eventi in libreria?
Compila il form e riceverai le nostre news