0 0,00

Cart

No products in the cart.

La moglie del procuratore

Un racconto lungo che entra dentro il lettore, come la scrittura di Elena Bono: essenziale nel suo dire.

Dopo un inizio che appare volutamente caotico, nella casa di Seneca, alla cui tavola sono personaggi storici, la notte si fa luogo misterioso di fatti e di racconti e la protagonista, Claudia Procula, moglie di Pilato, procuratore di Giudea, colui che mise a morte Cristo, svela il suo cuore mentre dipana la propria storia, all’ormai canuto filosofo.
E mentre sotto i nostri occhi i giorni della Passione e la misteriosa vita post mortem di quel Giusto che si disse figlio di Dio, si ripresentano in una narrazione tesa e drammatica, così le ragioni del credere, poeticamente si dilatano nel tempo e nello spazio.
E l’umile centurione, che fu sotto la croce, dà voce infine al cuore dell’uomo cristiano di ogni tempo, che, come il ladrone che con ultima rapina, rubò sulla croce a Cristo la propria salvezza, ha nel cuore questo suo stesso desiderio “quando morirò, signora, voglio dirgli anch’io così che si ricordi di me”.

Un libro definitivo.

Letto per voi da
Federica Belli


La moglie del procuratore

di Elena Bono
Marietti 1820
2015

Potresti essere interessato a